Usate il Nuovo BioDizionario per la ricerca dell’INCI

Di EcoBioControl di Fabrizio Zago abbiamo già parlato in un articolo che vi invito a leggere.

E già abbiamo parlato anche del Nuovo BioDizionario, l’unico attendibile che trovate sul blog di Zago, a questo link.

Rispetto al precedente BioDizionario, non più gestito da Zago, il Nuovo BioDizionario propone le seguenti novità:

  • analisi di oltre 17.000 sostanze in continuo aggiornamento, rispetto alle precedenti 5.000;
  • individuazione di 500 disturbatori endocrini e di centinaia di sostanze odorose allergizzanti;
  • possibilità di effettuare la ricerca sia per singola sostanza che per INCI dei prodotti cosmetici e detergenti;
  • possibilità di evidenziare, in caso di ricerca per singola sostanza, informazioni aggiuntive, che permettono anche di capire le motivazioni della valutazione espressa, in relazione alla presenza di allergeni, tossicità per la fauna acquatica, …

Oggi vi volevo invece far vedere in breve come funziona la ricerca sul Nuovo BioDizionario, strutturato sia per ricercare la singola sostanza, sia l’intero INCI di una formulazione cosmetica, con una precisione che le famose App (che vi sconsiglio di usare) si possono scordare.

Ricerca per singola sostanza

E’ sufficiente digitare il nome e selezionare con il cursore una tra le diverse scelte che propone il motore di ricerca

Schermata 2017-10-14 alle 20.16.55.png

Apparirà la sostanza selezionata e la relativa valutazione (Verde, Giallo, Rosso) con possibilità di aprire una scheda di ulteriori informazioni utili, spesso fondamentali per capire perché una data sostanza ha una valutazione negativa, pur essendo, magari di origine vegetale.

Schermata 2017-10-14 alle 20.17.32.png

Ho scelto appositamente un Rosso per farvi capire: si tratta di un estratto dell’arancio amaro, quindi di origine vegetale, ma fototossico (in caso di esposizione alla luce), pericoloso solo se il prodotto non viene risciacquato e se la pelle è esposta al sole. Reazioni individuali a parte, questo ingrediente può benissimo essere utilizzato sulla pelle (direi non del viso) in inverno, non sicuramente d’estate. In questo caso, la valutazione negativa (ROSSO, seppure uno solo) serve ad attirare l’attenzione del consumatore alle avvertenze relative all’utilizzo del prodotto.

Come vedete, il sito evidenzia anche eventuali restrizioni normative (ex Regolamento sui cosmetici), in questo caso assenti.

Ricerca per INCI

Ma la parte più interessante riguarda la ricerca per formulazione, qui le istruzioni.

Schermata 2017-10-14 alle 20.18.28

E’ sufficiente trascrivere o copiare ed incollare l’intero INCI del prodotto cosmetico ed il gioco è fatto. Ho copiato ed incollato INCI di un balsamo eco-bio ed ecco come si evidenzia, poi si deve cliccare sul tasto SEARCH.

 

Schermata 2017-10-14 alle 20.25.38

Ed ecco il risultato:

Schermata 2017-10-14 alle 20.26.04.png

Vi potrà capitare di essere di fronte ad ingredienti scritto in modo diciamo sbagliato (il BioDizionario rispetta la nomenclatura ufficiale, spesso i produttori non lo fanno esattamente).

In tal caso è sufficiente ricercare la sostanza NON TROVATA per capire di cosa si tratta (in questo caso specifico il problema era l’asterisco dopo il nome), ed il gioco è fatto.

Schermata 2017-10-14 alle 20.26.41.png

 

A questo punto avete tutti gli strumenti a vostra disposizione per imparare a leggere l’INCI e per fare le vostre valutazioni.

Ovviamente, in caso di dubbi importanti su Ecobiocontrol c’è il forum a disposizione degli utenti con risposte di Zago e degli altri iscritti, mentre sul gruppo Passione Naturale possiamo contare su molte spignattatrici bravissime che vi possono aiutare.

Va da sé, ovviamente, che NON ha alcun senso utilizzare le famose App in circolazione, sono superate (e manco autorizzate dal titolare del BioDizionario che è e rimane Zago e tanto per la cronaca in Italia la violazione del diritto d’Autore è sanzionabile dalla legge) andate direttamente alla fonte, più facile di così.

Un altro motivo per il quale scegliere di utilizzare esclusivamente il BioDizionario è che per effetto dell’interazione con gli utenti e dei dubbi sollevati dagli stessi sul forum, si cresce insieme.

E’ il caso del Behenamidopropyl Dimethylamine, inizialmente valutato ROSSO in quanto impattante da un punto di vista ambientale: queste le parole di Zago, dopo una lunga discussione sull’argomento: “ci siamo confrontati con il fabbricante che usa questa materia prima in maniera pesante, ci siamo scambiati delle opinioni e consultato diverse pubblicazioni tecniche. Il risultato è che ci siamo presi un impegno reciproco: io ammetto di essere stato troppo severo con il giudizio “Rosso” (ma ho i miei buoni motivi e su questo ci siamo capiti) quindi l’ho messo giallo. La ditta produttrice si è impegnata, rosso o giallo che sia, a sostituirlo nelle loro formulazioni con sostanze meno impattanti. A me sembra assolutamente positivo tutto quello che è successo e che, alla fine ci ha visto crescere tutti quanti. Giusto?”.

Tutto questo non ve lo darà mai un App qualsiasi …. Ergo non usatela!

Mentre potete consultare la nuova sezione del forum Saicosatispalmi in cui stanno rivedendo tutti gli INCI in base al Nuovo BioDizionario, fatica immane e lodevole.

Annunci

8 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...