Amla il frutto della giovinezza

L’amla o EMBLICA OFFICINALIS è una pianta antichissima, secondo la tradizione indiana sarebbe stato il primo albero esistente nell’universo, ed il suo nome indiano è Amalaki.

È originaria del subcontinente indiano, nelle aree dal clima subtropicale, e produce un frutto simile ad una susina molto soda, dalla buccia giallo verdognola, traslucida come quella dell’uva spina.

Al suo interno vi è un seme coriaceo e verde attorno al quale si sviluppa la polpa succosa, solcata da venature verticali. Ha un sapore estremamente amaro, astringente ed acido, tanto da dare l’idea di essere completamente acerbo e la sua sopportazione richiede un po’ di forza di volontà, ma i benefici che apporta alla salute sono insostituibili.

Grazie all’altissimo contenuto di Vitamina C (20 volte superiore all’arancia!) è uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura.

È ricca d’acqua e priva di grassi, estremamente ricca di calcio e contiene quasi tutte le vitamine del gruppo B, il ferro e il manganese.

A ciò si aggiungono vari preziosi acidi quali il gallico e l’ellagico, numerosi flavonoidi e polifenoli (pedunculagina, punigluconina, punicafolina).

Oltre alle proprietà antiossidanti l’amla possiede anche proprietà antibatteriche, antibiotiche, antinfiammatorie, e antitumorali.

Può essere usata previo consulto di un medico esperto in ayurveda per:

  • combattere l’influenza, il raffreddore e tutte le infezioni alle vie respiratorie;
  • combattere le malattie del fegato e della milza, e tutti i disturbi intestinali, quali ad esempio la gastrite;
  • curare i reumatismi e tutte le forme di artrite e artrosi;
  • curare le patologie cardiache, il colesterolo, e l’ipertensione;
  • migliorare la vista;
  • curare i virus e le infezioni da batteri, funghi e lieviti;
  • depurare il corpo e ridurre gli effetti tossici sull’organismo derivanti dal contatto con metalli nocivi;
  • aumentare le difese immunitarie;
  • innalzare il livello di proteine presenti nell’organismo;
  • uccidere le cellule tumorali, senza attaccare le cellule sane.

Per quanto riguarda corpo e capelli, grazie alla sua altissima capacità antiossidante, l’ama può essere usata in svariati modi.

CAPELLI:

Contrasta le doppie punte e dona luminosità, dando benefici ai capelli secchi, crespi, spenti e sfibrati, soprattutto nei cambi di stagione o d’estate, quando tendiamo a stressarli di più, tra mare, sole e salsedine.

Sia sui capelli che sul cuoio capelluto, va tenuto in posa almeno un’ora, meglio se per un tempo maggiore e può essere usato settimanalmente.

Per capelli e cute grassa con forfora e prurito, è rinfrescante e purificante e può essere usato come polvere miscelata con acqua proprio come shampoo.

Mescolato invece all’ hennè intensifica l’effetto colorazione, favorendo la pigmentazione del capello.

Condizionatore, lucidante, ammorbidente, purificante, sgrassante e rinforzante: un prezioso alleato nella cura dei capelli.

Sul cuoio capelluto, aumenta la forza dei follicoli piliferi, contrastando la caduta e stimolando la crescita e favorisce inoltre la pigmentazione combattendo l’ingrigimento dei capelli, dona volume e lucentezza, purifica il cuoio capelluto e regola la produzione di sebo.

Amla può essere mescolato all’hennè e aiuta a moderare la pigmentazione arancione che spesso si ottiene sui capelli bianchi.

PELLE:

A livello epidermico, amla tonifica, purifica e contrasta il processo di invecchiamento neutralizzando appunto i radicali liberi; inoltre svolge un’azione schiarente sulle macchie solari.

Una semplice maschera viso si può ottenere mescolando la sua polvere con acqua e miele, tenendo in posa 10 minuti pochi minuti di posa senza farla seccare.

OLIO DI AMLA:

L’ Olio di Amla si ottiene dalla macerazione di frutti di Amla in un olio.

La principale proprietà di quest’olio è che è in grado di rallentare la crescita dei capelli bianchi, rendendoli più morbidi e più lucenti, facili anche da pettinare.

Modalità d’uso:

  • 1 cucchiaio due volte la settimana sul cuoio capelluto
  • 1 cucchiaio una volta alla settimana sulle punte dei capelli per mezz’ora.
  • sul viso applicare in maniera uniforme su tutto il viso, lasciare agire per 10-15 minuti e poi sciacquare abbondantemente con acqua tiepida.

Le persone che hanno capelli particolarmente grassi oppure molto rovinati, possono lasciare agire l’olio anche per un’ora, avendo cura di avvolgere i capelli con pellicola.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

20 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...