Massaggio anticellulite

La cellulite è una condizione comune che crea aspetto irregolare della pelle soprattutto nelle aree delle cosce, glutei o addome.

L’aspetto irregolare è il risultato di cellule di grasso intrappolo all’interno e al di sopra di bande di tessuto connettivo fibroso.

Nell’articolo Combattiamo insieme la cellulite abbiamo visto ciò che possiamo fare per contrastare questo nemico della bellezza, mentre con la ricetta Olio ice per massaggio anti cellulite abbiamo realizzato insieme un facilissimo olio per massaggi effetto freddo.

Vi ricordo di abbinare anche due volte a settimana degli impacchi a base di caffè (qui la ricetta).

Ci sono 3 ragioni principali per cui il massaggio delle zone cellulitiche funziona:

  1. applicare pressione nei punti dove vi è cellulite ne abbatte il deposito adiposo
  2. massaggiare stimola il flusso sabnguigno e l’aumento di circolazione inibisce la formazione di nuovi depositi
  3. il movimento applicato permette la rimozione delle tossine e aiuta il sistema linfatico a funzionare meglio

 

A questo punto, vediamo di capire come realizzare un auto massaggio in grado di aiutarci a drenare via i liquidi in eccesso.

 

 

Per prima cosa applicate l’olio nel punto dove avete ristagno di liquidi e/o buccia di arancia.

Potete addizionare l’olio anche con oli di pompelmo, pepe nero e zenzero per renderlo più efficace.

L’uso dell’olio è preferibile a quello del latte perchè si assorbe con più difficoltà e quindi rende possibile un massaggio più prolungato.

Cominciare a massaggiare la gamba con movimenti circolari dal basso verso l’alto (direzione del cuore), per far sì che le tossine vengano rilasciate.

Poi cominciare a lavorare la zona da trattare come se fosse pasta di pane afferrando la pelle con il pollice e le dita e massaggiandola come se fosse pasta per la pizza.

Procedere per almeno 5 minuti muovendosi su tutta l’area, pizzicando delicatamente la pelle tra il pollice e le dita e allontanarla leggermente dal corpo, manipolando la pelle sempre dal basso verso l’alto.

Abbinare subito dopo la tecnica dello spazzolamento a secco che potete trovare nell’articolo: Dry Brushing.

 

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...