Chiodi di garofano: per pelle, capelli, igiene e salute

Chiodi di garofano sono ricavati dal bocciolo essiccato della pianta Eugenia caryophyllata.

Chiamati così per la forma che ricorda il garofano, In realtà sono il bocciolo essiccato della Eugenia caryophyllata, un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Myrtaceae.

L’eugenolo è il costituente principale (70-80%) dell’olio essenziale dei chiodi di garofano e dà alla spezia i particolari aromi e ha inoltre poteri antisettici e anestetici.

Nei chiodi di garofano sono presenti anche discrete quantità di beta cariofillene, un antinfiammatorio naturale.

I chiodi di garofano hanno proprietà anestetiche e analgesiche, motivo per cui vengono spesso usati come rimedio naturale contro il mal di denti e disinfettanti orali.

Stimolano la circolazione sanguigna, aiutano a vincere la spossatezza, il mal di testa, sono digestivi e sembra possiedano proprietà afrodisiache.

Mettere in un sacchettino nell’armadio una manciata di chiodi di garofano (volendo si può unire un po’ di cannella) è utile per tenere lontane le tarme, così come riporli in una ciotolina nella dispensa terrà lontane le farfalline del cibo.

Proprietà e benefici

I chiodi di garofano sono ricchi di sostanze nutritive come vitamine e minerali come iodio, calcio, fosforo e ferro e sono in grado di fare qualcosa in più del rendere semplicemente aromatici i nostri cibi.

Grazie ai principi attivi in essi contenuti, infatti, i chiodi di garofano consumati, o utilizzati con costanza come rimedi naturali, sono utili a:

  • Per l’igiene e la salute del cavo orale: i chiodi di garofano contengono sostanze anti-infiammatorie che aiutano a ridurre il gonfiore intorno a un dente uccidendo i batteri nocivi presenti in bocca. Sempre grazie all’uccisione dei batteri nocivi, combattono il problema dell’alitosi.
  • Contrastano il mal di gola: grazie al potere antibatterico e antidolorifico, questa spezia aiuta a combattere il mal di gola.
  • Migliorano l’aspetto della pelle: sempre grazie alle loro proprietà anti-batteriche e anti-infiammatorie, i chiodi di garofano aiutano anche ad attenuare le imperfezioni e i brufoli.

Collutorio ai chiodi di garofano

Questo collutorio è utile in caso di dolori o di alitosi. Fate bollire qualche chiodo di garofano in acqua per alcuni minuti, lasciate raffreddare e filtrate. Conservate in frigo per 2 o 3 giorni, in un barattolino chiuso.

Chiodi di garofano per pelle e capelli

I chiodi di garofano sono anche ottimi alleati di pelle e capelli.

Ecco alcune idee:

Maschera contro acne e brufoli

Macinate alcuni chiodi di garofano in un mortaio, unite un cucchiaio di miele e due cucchiaini di succo di limone. Mescolate bene e applicate la pappetta sul viso, lasciandola in posa per circa 20 minuti. Sciacquate bene con acqua fresca e tamponate il viso con un asciugamano (mai strofinare, mi raccomando!)

Olio essenziale contro acne e brufoli

Se vi spunta il solito brufolone pochi giorni prima di un impegno importante, mescolate 3 gocce di olio essenziale ed un cucchiaio di olio leggero (mandorle o jojoba, vanno benissimo) o di gel d’aloe. Applicate con un Cotton fioc sul brufolo arrossato e lasciate seccare.

Perdita di capelli

Periodo di castagne? Stress? Qualsiasi sia il motivo, se state perdendo capelli, l’olio di chiodi di garofano fa al caso vostro! Aggiungetene qualche goccia al vostro shampoo preferito per prevenirne la caduta e rinforzarli. Provate anche ad aggiungerne qualche goccia anche all’impacco rinforzante e curativo

Attenzione: Se la perdita è copiosa, rivolgetevi al vostro medico!

Chiodi di garofano, controindicazioni

I chiodi di garofano non presentano grosse controindicazioni: sono da evitare in caso di allergia o presenza di ulcere (nel caso di assunzione interna, come il colluttorio).

Non ingerire l’olio essenziale se non sotto la supervisione di un esperto che ne consiglierà dosi e modalità e attenzione anche all’uso topico: ricordate che va sempre diluito! Utilizzato puro, infatti, è facilmente irritante.

Tisane, infusi e olio essenziale a base di chiodi di garofano sono da evitare in gravidanza e allattamento.

Maddalena Mazzardo

 

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...